Nuovo pianeta trovato vicino a Proxima Centauri

Hm, i protagonisti del mio libro “L’ascesa di Proxima” devono aver trascurato questo: Intorno alla stella Proxima Centauri, che è la più vicina alla Terra, ci sono apparentemente anche tre pianeti in orbita. Erano già noti il pianeta Proxima b, grande circa come la Terra, su cui atterrano Marchenko, Adamo ed Eva nel romanzo, e che orbita intorno alla sua stella una volta ogni undici giorni nella zona abitabile, e il pianeta candidato Proxima c, un mini-Nettuno di sette volte la massa della Terra, che è in un’orbita di cinque anni intorno alla stella.

Proxima d, il pianeta appena scoperto utilizzando il Very Large Telescope (VLT) dell’European Southern Observatory (ESO) in Cile, orbita intorno a Proxima Centauri ad una distanza di circa quattro milioni di chilometri, meno di un decimo della distanza di Mercurio dal Sole. La sua orbita è quindi tra la stella e la zona abitabile. Questo dovrebbe rendere il pianeta troppo caldo per una possibile vita. Proxima d impiega solo cinque giorni per orbitare intorno alla stella.

Con solo un quarto della massa della Terra, Proxima d è l’esopianeta più leggero mai trovato con il metodo della velocità radiale. In questo modo, è inferiore a un pianeta scoperto di recente nel sistema planetario L 98-59. La tecnica registra minuscole variazioni nel moto di una stella causate dall’attrazione gravitazionale di un pianeta che le orbita intorno. L’effetto della gravità di Proxima d è così piccolo che muove la stella Proxima Centauri avanti e indietro solo a circa 40 centimetri al secondo (1,44 chilometri all’ora).

“Questo successo è estremamente significativo”, ha detto Pedro Figueira, uno scienziato dello strumento ESPRESSO (“Echelle SPectrograph for Rocky Exoplanets and Stable Spectroscopic Observations”) all’ESO in Cile, che ha reso possibile la scoperta. “Dimostra che la tecnica della velocità radiale ha il potenziale per scoprire pianeti leggeri come il nostro, che sono probabilmente i più abbondanti nella nostra galassia e possono ospitare la vita come la conosciamo”.

Primo piano di Proxima d (rendering dell’artista). Nell’immagine sono mostrati anche altri due pianeti conosciuti che orbitano intorno a Proxima Centauri: Proxima b, un pianeta con circa la stessa massa della Terra che orbita intorno alla stella ogni 11 giorni ed è nella zona abitabile, e il candidato Proxima c, che è in un’orbita più lunga di cinque anni intorno alla stella.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

BrandonQMorris
  • BrandonQMorris
  • Brandon Q. Morris è un fisico e uno specialista dello spazio. Si è occupato a lungo di questioni spaziali, sia professionalmente che privatamente, e mentre voleva diventare un astronauta, è dovuto rimanere sulla Terra per una serie di motivi. È particolarmente affascinato dal "what if" e attraverso i suoi libri mira a condividere storie avvincenti di hard science fiction che potrebbero realmente accadere, e un giorno potrebbero accadere. Morris è l'autore di diversi romanzi di fantascienza best-seller, tra cui The Enceladus Series.

    Brandon è un orgoglioso membro della Science Fiction and Fantasy Writers of America e della Mars Society.