Freddo sorprendente su Nettuno

Nettuno, il pianeta più esterno del nostro sistema solare, non appartiene ai giganti di ghiaccio con il suo vicino Urano per niente. L’enorme distanza dalla nostra stella centrale fa sì che la temperatura là fuori scenda sotto i meno 200 gradi Celsius. Esattamente quanto si scaldi dipende, ovviamente, dalla sua posizione attuale in orbita. Tuttavia, non ci si può aspettare stagioni distinte: Nettuno ha un’orbita quasi circolare, quindi si allontana o si avvicina molto al Sole, e allo stesso tempo si trova su questa orbita con un’inclinazione assiale molto bassa, mentre la Terra è inclinata di 23,5 gradi. Con una lunghezza dell’anno di 165 anni, ogni stagione su Nettuno dura circa quaranta anni. Dal 2005, è inverno al nord ed estate al sud.

Gli astronomi dell’European Southern Observatory (ESO) sono rimasti ancora più sorpresi quando hanno seguito le temperature dell’atmosfera di Nettuno per un periodo di 17 anni. In particolare, hanno trovato un sorprendente calo delle temperature globali di Nettuno, mentre il suo polo sud si è riscaldato drammaticamente. “Questo cambiamento era inaspettato”, dice Michael Roman, ricercatore associato all’Università di Leicester, Regno Unito, e autore principale dello studio pubblicato su The Planetary Science Journal. “Avendo osservato Nettuno durante il suo inizio di estate meridionale, ci aspettavamo che le temperature aumentassero lentamente, non che diminuissero”.

Gli scienziati e i ricercatori hanno esaminato quasi 100 immagini termiche di Nettuno prese in un periodo di 17 anni per tracciare l’evoluzione complessiva della temperatura del pianeta in modo più dettagliato che mai. Questi dati mostrano che, nonostante l’estate australe, la maggior parte del pianeta si è gradualmente raffreddata negli ultimi due decenni. La temperatura media globale di Nettuno è scesa di 8 gradi tra il 2003 e il 2018. Gli astronomi sono stati altrettanto sorpresi di scoprire un drammatico riscaldamento del polo sud di Nettuno negli ultimi due anni delle loro osservazioni, con temperature in rapido aumento di 11 gradi tra il 2018 e il 2020. Anche se il vortice polare caldo di Nettuno è noto da molti anni, un riscaldamento così rapido del polo non è mai stato osservato prima sul pianeta.

Poiché le fluttuazioni di temperatura di Nettuno sono state così inaspettate, i ricercatori non sanno ancora cosa possa averle causate. Potrebbero essere dovuti a cambiamenti nella chimica stratosferica di Nettuno, a modelli meteorologici casuali o anche al ciclo solare.

Questa compilazione mostra immagini termiche di Nettuno prese tra il 2006 e il 2020. Dopo il graduale raffreddamento del pianeta, il polo sud sembra essersi riscaldato drasticamente negli ultimi anni, come mostrato da un punto luminoso sul lato inferiore di Nettuno nelle immagini del 2018 e del 2020. (Immagine: ESO/M. Roman, NAOJ/Subaru/COMICS)
L’immagine di sinistra del pianeta Nettuno è stata presa con il Very Large Telescope dell’ESO. L’immagine sulla destra è un’immagine comparabile del telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA. Le immagini non sono state scattate nello stesso momento e quindi non mostrano le stesse strutture superficiali. (Immagine: ESO/P. Weilbacher (AIP)/NASA, ESA, e M.H. Wong e J. Tollefson (UC Berkeley)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

BrandonQMorris
  • BrandonQMorris
  • Brandon Q. Morris è un fisico e uno specialista dello spazio. Si è occupato a lungo di questioni spaziali, sia professionalmente che privatamente, e mentre voleva diventare un astronauta, è dovuto rimanere sulla Terra per una serie di motivi. È particolarmente affascinato dal "what if" e attraverso i suoi libri mira a condividere storie avvincenti di hard science fiction che potrebbero realmente accadere, e un giorno potrebbero accadere. Morris è l'autore di diversi romanzi di fantascienza best-seller, tra cui The Enceladus Series.

    Brandon è un orgoglioso membro della Science Fiction and Fantasy Writers of America e della Mars Society.