Hard Science Fiction di Brandon Q. Morris
Quando l’universo cominciò a bollire Astrophysics

Quando l’universo cominciò a bollire

Come sono nati i buchi neri supermassicci che oggi troneggiano come gigantesche sentinelle al centro di molte galassie? All'inizio si partiva dall'ovvio: I giganti sono cresciuti accrescendo altra materia o consumando buchi neri, cioè fondendosi con essi. Passo dopo passo, dal piccolo al medio all'enorme. Ma questo concetto ha alcuni problemi. In primo luogo, non siamo ancora riusciti a individuare gli stadi intermedi necessari. Dovrebbero esistere ancora, ma finora abbiamo trovato solo piccoli buchi neri - o quelli veramente grandi. Il problema numero due è che sembra esserci stato troppo poco tempo per questo processo di crescita. Osservazioni recenti…
Anche su piccole lune ghiacciate, le possibilità di vita sul fondo dell’oceano sono buone Enceladus

Anche su piccole lune ghiacciate, le possibilità di vita sul fondo dell’oceano sono buone

Il fatto che gli astrobiologi abbiano grandi speranze per lune ghiacciate come Encelado o Europa non è solo dovuto agli oceani che sono stati in grado di rilevare sotto le loro croste di ghiaccio, ma anche al fatto che sono mondi geologicamente attivi. Questo è dovuto ai giganteschi pianeti madre Saturno e Giove, che impastano davvero le lune con la loro forza gravitazionale. Questo crea calore, che mantiene l'acqua nei loro oceani nascosti liquida e relativamente calda. L'acqua a sua volta dissolve ciò che la vita potenziale potrebbe avere bisogno dagli strati di roccia sottostanti. Anche l'energia viene rilasciata…
Come si fa a pesare una particella di cui non si conosce l’esistenza? Astrophysics

Come si fa a pesare una particella di cui non si conosce l’esistenza?

La cosiddetta materia oscura costituisce l'85% del contenuto di massa dell'universo. I ricercatori lo chiamano "oscuro" perché non si nota nulla di esso - tranne la sua gravità. Tuttavia, questo può essere rilevato abbastanza bene. Senza la materia oscura, le galassie si muoverebbero diversamente da come dimostrano, e l'universo avrebbe una struttura diversa. Quindi i fisici hanno bisogno della materia oscura per spiegare il cosmo. Peccato che non sappiano ancora di cosa è fatto. Ci sono dei candidati: MACHOs (massicci oggetti compatti ad alone), WIMPs (particelle massive debolmente interagenti) e persino buchi neri invisibili dei primi giorni dell'universo. Ma finora,…
Avvolto dalla cenere: Scoperto un nuovo tipo di stella Space

Avvolto dalla cenere: Scoperto un nuovo tipo di stella

La maggior parte delle stelle segue la sequenza principale del diagramma di Hertzsprung-Russell nel loro ciclo vitale. Questo perché fondono alcuni elementi in ogni parte della loro vita, a partire dall'idrogeno, seguito dall'elio. Solo stelle particolarmente grandi o piccole si discostano da questo, o binarie che, per esempio, ottengono materiale fresco dai loro vicini nonostante le loro piccole dimensioni. Ma ci sono deviazioni dalla regola, e molte. Un team di astronomi tedeschi guidato da Klaus Werner dell'Università di Tubinga ha scoperto un'altra eccezione. I ricercatori hanno esaminato più da vicino la luce delle nane bianche PG1654+322 e PG1528+025. Così facendo,…
Viaggio interstellare: Con la vela giusta verso le stelle Proxima

Viaggio interstellare: Con la vela giusta verso le stelle

Il progetto StarShot, lanciato dal miliardario russo, vuole usare i laser per portare minuscole astronavi del peso di pochi grammi a una velocità tale da poter raggiungere le stelle più vicine al sole in una generazione invece che in qualche decina di migliaia di anni - che è il tempo di cui avrebbero bisogno le astronavi secondo lo stato della tecnologia attuale o prossima al futuro. I miei lettori conoscono il concetto dalla trilogia di Proxima. A questo scopo, queste mini-navi hanno una vela su cui il laser può sparare. Questa vela, di circa tre metri di diametro, deve…
Un pianeta che è sopravvissuto alla sua stella Space

Un pianeta che è sopravvissuto alla sua stella

Situata a 117 anni luce dalla Terra, la stella WD1054-226 è una nana bianca - il residuo di una stella delle dimensioni del nostro Sole che ha raggiunto la fine della sua vita. È grande quanto la Terra, ma pesante quanto il Sole. Ed è caldo: da 20.000 a 30.000 Kelvin sulla superficie, 20 milioni di Kelvin all'interno. I processi di fusione non hanno più luogo, ma ci vogliono circa 10 miliardi di anni perché si raffreddi completamente - il nostro sole esiste solo da cinque miliardi di anni. Durante questo periodo, una zona abitabile può formarsi naturalmente intorno…
Nuovo pianeta trovato vicino a Proxima Centauri Proxima

Nuovo pianeta trovato vicino a Proxima Centauri

Hm, i protagonisti del mio libro "L'ascesa di Proxima" devono aver trascurato questo: Intorno alla stella Proxima Centauri, che è la più vicina alla Terra, ci sono apparentemente anche tre pianeti in orbita. Erano già noti il pianeta Proxima b, grande circa come la Terra, su cui atterrano Marchenko, Adamo ed Eva nel romanzo, e che orbita intorno alla sua stella una volta ogni undici giorni nella zona abitabile, e il pianeta candidato Proxima c, un mini-Nettuno di sette volte la massa della Terra, che è in un'orbita di cinque anni intorno alla stella. Proxima d, il pianeta appena…
Comodo viaggio su Marte per ibernazione? Mars

Comodo viaggio su Marte per ibernazione?

Immaginate di essere prima nutriti bene per due settimane. Torte, bistecche, tutto quello che ti piace - fino a quando non hai guadagnato almeno dieci chili. Dopo di che, vai a dormire. La tua temperatura corporea si abbassa, e con essa il tuo tasso metabolico basale. Ti assopisci nella tua caverna fresca, circondato da tutti i lati da contenitori d'acqua, come un orso, fino a quando ti sveglierai di nuovo dopo tre mesi. Hai perso il peso in eccesso. Ma hai anche perso quasi tutta la massa muscolare, a differenza di quanto sarebbe successo se fossi stato costretto a…